cucina locale e innovazione digitale: parte da Lecce l’avventura di Sottocuoco

erbe spontanee di mare critimi
erbe spontanee di mare: i critimi. Cosa sono e dove trovarli
2 Febbraio 2019
spreco alimentare 2019
lotta allo spreco del cibo: 5 ricette salentine per riutilizzare gli avanzi
5 Febbraio 2019
sottocuoco presentazione

sottocuoco presentazione

Un nuovo modo vivere la cucina locale grazie alle nuove frontiere dell’innovazione digitale: sottocuoco è la prima community di food delivery che, attraverso un sito e un’app, mette in contatto gli appassionati di cucina e chiunque voglia assaporare dei piatti interamente fatti in casa.

Gli appassionati di cucina saranno i sottocuochi che, iscrivendosi alla piattaforma, potranno proporre menù personalizzati alle forchette, ovvero gli utenti, che avranno l’opportunità di provare piatti interamente fatti in casa e dal sapore locale, ovunque si trovino.

Attraverso consegne a domicilio, lo chef a domicilio o con cene direttamente nella propria casa, l’idea di Sottocuoco va incontro alle esigenze sia di chi ama cucinare (e tramite l’applicazione potrà trasformare la passione in lavoro) che di chi è sempre alla ricerca di valide alternative al ristorante o non ha il tempo di cucinare.

L’idea, anzi l‘intuzione di sottocuoco nasce dalla mia esperienza con il “Pranzo di Babette” ( una community dedicata alla scoperta della ristorazione e della produzione eno-gastronomica locale ndr ) nel notare quante persone hanno la passione dei fornelli”

Così Barbara Politi, fondatrice e direttrice Operativa di SottoCuoco, racconta le origini di questo ambizioso progetto nato dalla collaborazione con il Centro di Ricerca e sviluppo di Roma “Spazi Comuni”, che fa dello sviluppo di piattaforme software innovative la sua attività principale.

Sottocuoco si inserisce nel mercato del food delivery, settore in costante crescita : solo ad inizio 2018 si stima che 4 milioni di italiani abbia usato un’applicazione modible per farsi portare del cibo a casa.