fbpx

zuppa di ceci e cozze, la ricetta che unisce la terra al mare

tria e ciciari
tria e ciceri, il pranzo salentino in onore di san giuseppe
7 Marzo 2018
risotto con crema di carciofi
risotto con crema di carciofi, la ricetta di salentoterradagustare.it
14 Marzo 2018
zuppa di ceci e cozze

zuppa di ceci e cozze

Si dice che il periodo migliore per mangiare le cozze sia quello dei mesi senza la “r”, quindi da maggio ad agosto. Ma per noi salentini le cozze di mare sono una golosità unica per cui non sempre riusciamo ad aspettare la primavera e l’estate per goderne il sapore. Ecco quindi la ricetta della zuppa di ceci e cozze, una ricetta che abbina un tipico ingrediente di terra, come i ceci, con il sapore del mare portato da questo frutto di mare. Il mio consiglio? Servire calda, anzi caldissima e accompagnata da una croccante puccia di grano duro.

Ingredienti per la zuppa di ceci e cozze:

  • Ceci
  • aglio
  • olio EVO
  • cozze
  • sale
  • pepe
  • cipolla
  • qualche pomodorino
  • prezzemolo
  • sedano
  • una carota

Preparazione della zuppa di ceci e cozze

Partiamo dalla cottura dei ceci:  mettere nella pignata (o in una padella dai bordi alti) i ceci scolati dall’acqua in cui sono stati in ammollo per una notte, un po’ di cipolla, qualche pomodoro, un po’ di prezzemolo e di sedano, una carota pulita e tagliata a pezzi. Coprire il tutto con dell’acqua calda, regolare di sale e cuocere per circa 1 ora, 1 ora e mezza, tenendo da parte dell’acqua calda da aggiungere durante la cottura.

Quando saranno pronti i ceci mettere in una pentola capiente dell’olio EVO e far soffriggere qualche spicchio d’aglio. Aggiungere le cozze precedentemente lavate e private da ogni impurità del guscio ( per pulirle grattare il guscio con un coltello), coprire e cuocere a fiamma alta per circa 10 minuti, fino a quando le cozze si apriranno. Togliere l’aglio, aggiungere i ceci e cuocere ancora per far insaporire tutto per circa 5 minuti. Servire la zuppa calda, versando a filo dell’Olio EVO a crudo, spolverando a piacere con del pepe e accompagnandola con una buona fetta di pane casareccio.