La migliore pizza pugliese è leccese a “400 gradi”

Dove eravamo rimaste…
14 Novembre 2019
migliore pizza pugliese 2019

Grande successo per la terza edizione dei Pizza Awards Italia, veri e propri Oscar della Pizza Italiana, svoltasi negli spazi del Roma Convention Center La Nuvola in occasione di Excellence 2019, riuscitissima manifestazione sulla “food innovation” di Pietro e Claudio Ciccotti.

I Pizza Awards, nati dall’evoluzione del “Premio MangiaeBevi” ideato nel 2017 dall’editore Fabio Carnevali e organizzati quest’anno in collaborazione con l’amico Vincenzo Pagano, patron di Scatti di Gusto, vogliono contribuire ad accendere i riflettori sulle eccellenze della pizza italiana e sui suoi più valenti rappresentanti, offrendo un giusto riconoscimento a quelle attività e quegli operatori del settore che si sono distinti durante gli ultimi 12 mesi.

Un Oscar della Pizza Italiana ma soprattutto un premio della stampa nazionale, dal momento che a stilare le graduatorie, nazionale e regionali, e a decretare i vincitori è stata infatti una giuria composta da circa 200 tra i più autorevoli giornalisti enogastronomici del settore, rappresentati e curatori delle principali guide, direttori e redattori delle testate di settore e responsabili delle pagine dei quotidiani che trattano di enogastronomia) con particolari competenze per il mondo della pizza, e dai più importanti esperti di pizza in Italia.

Trentotto in totale i premi, 18 nazionali e 20 regionali.

Sul gradino più alto del podio è salita Pepe in Grani, la pizzeria di Caiazzo (CE) di Franco Pepe, che si è aggiudicata un poker di premi come Miglior Pizza d’Italia, Miglior Pizza Tradizionale e Miglior Pizza della Campania, oltre al suo riconoscimento personale come Miglior Pizzaiolo dell’anno.

Tre le candidate pugliesi in nomination: 400 Gradi (Lecce), Pomodoro e Basilico (Martina Franca), Canneto Beach 2 (Margherita di Savoia).  Ad aggiudicarsi il titolo, la pizzeria leccese 400 Gradi guidata dallo chef pizzaiolo Andrea Godi, sul podio – così come ha detto –anche grazie al lavoro di tutto lo staff. A consegnargli l’oscar la giornalista Barbara Politi, componente della giuria esperta.