i suoni del mulino, i suoni della vita

frisella
come nasce una frisella salentina ( da non confondere con la fresella)
10 Giugno 2019
patate salentine
patate salentine: ecco perchè le Sieglinde di Galatina sono le più amate
11 Settembre 2018
i suoni del mulino

i suoni del mulino

I suoni del mulino sono difficili da decifrare, si potrebbero paragonare ad un enorme rumore costante e cadenzato che fa vibrare le porte, le finestre , i pensieri e il cuore. Eppure i suoni del mulino sono quelli della vita, la nostra vita che non smette mai di trasformare i pensieri in azioni e le azioni in opere, proprio come il mulino trasforma il grano in farina per fare il pane. I suoni del mulino sono i suoni della nostra storia contadina quando la ricchezza era sempre color oro ma quello delle spighe di grano ed ogni famiglia portava il proprio carico alla macina e aspettava fuori dalla porta anche ore in attesa di riaverlo indietro trasformato, ripulito e profumato.

I suoni del mulino, come quelli della vita, si impara a riconoscerli col tempo e con l’esperienza. Così come è successo a Clarissa Lisi, figlia di Antonio titolare dell‘omonimo storico molino galatinese:

” Inizialmente mi sembrava un unico grande rumore, non ne capivo molto ma col tempo ho iniziato a sentire i suoni e a decifrarli. Ad esempio riconosco anche da lontano il suono della tramoggia quando si sta per riempire ( operazione che consiste nel riempire il “recipiente” da cui il mulino “prende” il grano da macinare) . Se il mulino si ingolfa emette un’altro suono ben preciso, e questo accade se la crusca intasa i tubi della farina, o se il grano scende troppo velocemente”

La storia del Molino Lisi parte dal secondo dopoguerra quando il nonno di Clarissa, miracolosamente tornato a casa illeso dopo tre anni di assoluto silenzio, decise di investire in questo lavoro gli ultimi anni della sua vita. Sessant’anni fa i mulini erano a pietra, infatti, scrutrando tra le mattonelle del pavimento del locale di via Gallipoli 4, si possono vedere alcune decisamente diverse dalle altre: lì era posato il mulino a pietra poi sostituito con quelli più moderni elettrici. La passione passò dal padre al figlio, Antonio, che da 37 anni si dedica completamente alla lavorazione del grano.

” Ho comiciato a lavorare qui dentro a 16 anni. Questo mondo negli ultimi 32 anni è completamente cambiato, in peggio. Prima si lavorava tranquillamente e a stretto contatto con il territorio. Oggi dipendiamo dalla concorrenza e dai mercati internazionali che governano l’andamento dei prezzi, anche nel nostro settore.” mi dice mentre va e viene con grossi carichi di farina sul carrello.

Oggi, sono i figli Clarissa e Michele ad affiancarlo nella gestione del mulino dove negli ultimi anni non si trova solamente dell’ottima farina proveniente da grano nostrano, ma anche legumi, da quelli classici a quelli più ricercati come la soia verde o i fagioli rossi. C’è anche una  linea di pasta “Molino Lisi” fatta di grano duro o di orzo, nei formati della tradizione salentina come cavatelli e orecchiette ma anche fusilli, sedani.

I suoni del mulino Lisi sono anche i suoni di una famiglia che con passione dedizione e tanto sacrificio ci regalano ogni giorno l’opportunità di ritrovare il sapore unico della nostra storia e della sua genuinità.

i suoni del mulino_pasta molino lisi

Continua a leggere il nostro blog

Scopri le nostre ricette

Iscriviti alla newsletter di salentoterradagustare.it