turismo sostenibile nel salento

turismo sostenibile nel salento: il Gal Terra d’Arneo punta sulla qualità e l’integrazione

Già da qualche anno è acceso il dibattito sul turismo selvaggio che investe il nostro territorio per due/tre mesi l’anno e le derive economiche, ambientali e culturali che ne conseguono. Il Gruppo di Azione Locale (Gal) “Terra d’Arneo” propone una visione di sviluppo concreta che possa invertire la rotta con il nuovo Piano di Azione Locale che lo vedrà impegnato fino al 2023 grazie ai fondi del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Puglia 2014/2020 .

I punti qualificanti della strategia di sviluppo sono stati illustrati dal Presidente Cosimo Durante in un momento di approfondimento dedicato in apertura della ventesima edizione del “Novello in festa” di Leverano: maggiore attenzione alla qualità, valorizzazione e tutela del patrimonio naturale ed integrazione costa ed entroterra nell’offerta turistica.

La strategia, denominata “Parco della qualità rurale terra d’Arneo”, si pone come lungimirante obiettivo una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, in cui la filiera agroalimentare è il comparto più importante e più strettamente connesso ai flussi turistici.

Gli 8.160.000 euro di finanziamento ottenuti ( solo per la parte “pubblica”, a cui si dovranno aggiungere i contributi dei diversi attori istituzionali che prendono parte al GAL) serviranno per stimolare, sostenere e incentivare le aziende del territorio già esistenti e le nascenti microimprese a migliorare la qualità nei servizi di accoglienza con un’attenzione particolare alla tutela della specificità territoriale. Puntando su questi due aspetti l’offerta turistica del salento sarà in grado di diventare una scoperta continua per il visitatore che non si esaudisce in poche settimane durante l’anno.

Particolarmente interessanti sono le misure che saranno dedicate alle sperimentazioni per il paesaggio rurale e per le nuove vie di coltivazione degli ulivi dopo il flagello xylella, i fondi dedicati alla formazione degli operatori nel settore turistico e la creazione di uno “sportello pesca”.

Al convegno hanno preso parte anche Marcello RolliSindaco di Leverano, Brizio Spro Presidente Associazione ProLoco di Leverano, Lorenzo Zecca – Presidente BCC di Leverano, Giuseppe AietaPresidente Commissione Programmazione Economica Regione Calabria,  Loredana CaponeAssessore Regione Puglia, Stefano De RubertisDirettore Dipartimento Economia UniSalento  e Giosuè Olla Atzen, Direttore del GAL Terra d’Arneo.

ti è paiciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *