tria e ciciari

tria e ciceri, il pranzo salentino in onore di san giuseppe

La “tria e ciceri” è uno speciale piatto della tradizione salentina che si prepara per la festività di San Giuseppe. La tria è una semplice pasta fatta in casa ( in italiano si potrebbe chiamare tagliatella) condita con i ceci. Ma la particolarità e la bontà del risultato finale è data soprattutto dai pezzettini di “tria” fritti e serviti insieme al resto.

Ingredienti per la tria e ciceri ( per 2 -3 persone)

200 farina di grano duro

acqua q.b.

ceci

cipolla

prezzemolo

sedano

pomodori

sale

olio d’oliva.

Partiamo dalla cottura dei ceci che richiede un po’ di tempo. Iniziamo mettendoli a bagno in una terrina per una notte con un cucchiaino di bicarbonato. L’indomani scoliamo l’acqua e li mettiamo in una pentola , preferibilmente una pignata, con cipolla, prezzemolo, sedano, pomodori a pezzetti, sale. Li ricopriamo con dell’acqua e li lasciamo cuocere lentamente per un paio d’ore, aggiungendo se necessario dell’acqua calda durante la cottura. Per controllare la cottura si possono schiacciare con una forchetta controllando che non siano duri all’interno.

Passiamo quindi alla preparazione della pasta, impastando la farina di grano duro con dell’acqua , circa mezzo bicchiere, ma bisogna regolarsi un po’ ad occhio poiché a seconda della farina potrebbe servirne un po’ di più. Lavoriamo bene l’impasto fino ad ottenere un panetto compatto, che andremo a stendere in una sfoglia sottile . ( qui la videoricetta dell’impasto) Tagliamo la sfoglia in listarelle, come se fossero tagliatelle di circa mezzo centimetro di larghezza e le lasciamo asciugare su una spianatoia in legno per una notte. Il giorno della festa cuociamo la pasta in acqua salata, tenendone da parte un po’. In un tegame facciamo scaldare dell’olio d’oliva (circa 2 cucchiai) e andiamo a friggere la pasta cruda che avevamo messo da parte. Togliamo da quest’ultimo tegame la pasta fritta, versiamo i ceci, la pasta lessata e amalgamiamo per qualche minuto. Serviamo la tria e ciceri con una spolverata di pepe e con le tagliatelle fritte croccanti sparse in superficie. Volendo possiamo schiacciare qualche mestolo di ceci e amalgamarli alla pasta oppure possiamo lasciarli tutti interi.

Per altre ricette della tradizione salentina clicca qui

I legumi del salento e gli altri prodotti agroalimentari tipici

ti è paiciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *