storia della mia paura

storia della mia Paura

Ho conosciuto la Paura un giorno assolato di aprile: inizialmente non l’avevo riconosciuta, credevo fosse solo un buco vuoto allo stomaco che sarebbe durato un momento, un’ora, una giornata, un periodo.

Ovviamente mi sbagliavo perchè Paura aveva deciso di vivere con me a lungo e, senza chiedermi il parere, si è costruita un bel divano tra i miei nervi e da allora è lì, beata, che gioca a scacchi con le mie forze, il mio coraggio e la mia anima.

È riapparsa, poi, un giorno di novembre, e ha continuato per tutto il tempo a farmi sentire nelle orecchie pianti innocenti di un bambino. Fino a quando quei pianti non si sono trasformati in tenui sorrisi, è stata così attaccata a me da farmi completamente perdere il senso del tempo e dello spazio.

È subodla, la mia Paura, perchè non avverte mai quando decide di scivolare fino alle ginocchia facendole cedere, spudorata quando non aspetta il momento migliore per sbucare fuori dai miei occhi facendomi piangere ovunque mi trovi, ma soprattutto è una Paura canaglia perchè dopo ogni suo scacco matto, rimettersi in gioco è difficile, sempre più difficile.

Da quando è arrivata lei ho dato fondo a tutto il coraggio che pensavo di avere in grande quantità, ho raschiato il fondo di tutte le riserve possibili ma ho capito che arginare la Paura era impossibile quando lo stesso coraggio mi ha detto ” Ilaria, io ci sono fin quando riesco ma non posso illuderti: Paura continuerà ad annichilirti, è il suo lavoro d’altronde, per questo devi imparare a gestirla. Chiedi aiuto alla ragione, alla speranza e all’ottimismo.”

Da quel momento ho tirato un grande respiro e ho iniziato a camminare a spalle strette e  testa bassa, pronta ad attaccare per non rimanere di nuovo vittima. E sai cosa mi fa veramente incazzare? Che, nonostante questo assetto pronto alla guerra, sta di nuovo riuscendo a raggirarmi, ad immobilizzarmi con il suo veleno a rilascio prolungato.

Chissà quali altri modi s’inventerà per rimanere con me, e chissà quanti altri ne troverò io per continuare ad affrontarla. Questa, fino ad oggi, è la storia della mia Paura, ed è ancora senza un lieto fine.

ti è paiciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *