novello in festa

novello in festa: 20 anni di cultura e qualità vinicola del Salento

Avendo all’attivo 31 anni di vita vissuta, posso dire che ricordo benissimo come è iniziata ed è cresciuta nel tempo la manifestazione “Novello in festa” che ogni anno apre il novembre salentino nella cornice del centro storico di Leverano. Prima ci sono andata con le mie sorelle maggiori e poi da sola con gli amici e in ogni edizione c’erano tre costanti immutabili: il freddo, il buon vino che sin dai primi sorsi contribuiva al riscaldamento corporeo e una bella atmosfera di comunità.

Nell’edizione del 2017 si festeggieranno i 20 anni di questa tradizione salentina che, insieme alla sagra della volia cazzata di Martano, è uno delle realtà che stanno lavorando sulla destagionalizzazione turistica del nostro territorio. Il segreto del successo della festa sta tutto nella sinergia con tutta la comunità locale: dalle attività vitivinicole alle strutture ricettive, dai laboratori artigianali alla passione dei privati cittadini,tutti impegnato nel rendere magiche le vie e i vicoli del centro leveranese per tutti i tre giorni della festa ( 3-4-5 Novembre 2017).

Ecco il programma completo del novello in festa 2017

Venerdì 3 Novembre

  • ore 18.00 – convegno di apertura, presso la Sala della Banca di Credito Cooperativo, organizzato dal Gal Terra d’Arneo  dal titolo “Integrazione, cultura e turismo per il parco della qualità rurale Terre d’Arneo.
  • ore 20.00 – taglio ufficiale del nastro e apertura degli stand enogastronomici che saranno pronti ad accogliere le migliaia di turisti e di salentini che si riverseranno nel centro storico di Leverano in questo fine settimana, con un carico di polpette, rape nfucate, carne a pignatu ed un’altra serie di prelibatezze della cucina tipica locale.
  • ore 22.00 – esibizione del Salento Folk Group

Sabato 4 Novembre

  • dalle 16.00 alle 18.00 visite guidate del centro storico di Leverano, a cura del Parco Culturale Girolamo Marciano, mentre Piazza Roma ospiterà il corso di pizzica a cura di Sara Albano.
  • ore 17.30 visita didattica al laboratorio artigianale di “Antichi Sapori” e al birrificio BirraSalento.
  • “Buono, è pugliese?”, una degustazione di grandi vini rossi regionali a partire dalle eccellenze vinicole leveranesi, raccontati da una guida specializzata presso il Chiostro del Convento di Santa Maria delle Grazie ( per partecipare è necessaria la prenotazione)
  • dalle ore 22.00  esibizione dei Mistura Louca con il loro ritmo patchanka

Domenica 5 Novembre

  • dalle 10.00, si potranno visitare le cantine leveranesi e il birrificio BirraSalento.
  • nella mattinata “Corri Novello”, organizzata dall’Asd Atletica Leverano ed inserita nel circuito Salento Gold. La gara partirà dalla villa comunale, si snoderà per le vie più caratteristiche di Leverano, per concludersi dopo un doppio giro nel centro storico.
  • ore 10.30  l’associazione Inachis-Leverano e la Lega Consumatori organizzano Mangia consapevole: la colazione facciamola diversa. in piazza Roma, Leverano
  • ore 15.30 esibizione degli sbandieratori e musici del rione San Basilio di Oria.
  • “Buono, è pugliese?”, una degustazione di grandi vini rossi regionali a partire dalle eccellenze vinicole leveranesi, raccontati da una guida specializzata presso il Chiostro del Convento di Santa Maria delle Grazie ( per partecipare è necessaria la prenotazione)
  • chiusura con il concerto della  Zagor Street Band.

Per tutti i tre giorni del Novello in festa sarà possibile visitare il Salone dei vini di Puglia “Rosso in…Chiostro” allestito all’interno del Chiostro del Convento di Santa Maria delle Grazie. La Torre Federiciana ospita, invece,  la mostra “Strumenti DiVini”, con l’esposizione degli antichi utensili che venivano utilizzati per la produzione del vino, mentre la Biblioteca Comunale “Ferruccio Ratta” presenta la terza edizione di BiblioWine, un percorso coinvolgente di profumi, colori e sapori salentini.

Il vino novello che sarà possibile assaporare nel corso di tutta la festa sarà quello prodotto dalle aziende Conti Zecca, Agricola dell’Arneo, Cantina Sociale Vecchia Torre e Tenuta Annibale.

ti è paiciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *