crostata al limone e pinoli

crostata al limone e pinoli: la semplicità senza tempo

Come il tubino nero di coco chanel, la canzone del sole di Battisti e la favola di Cenerentola, la crostata al limone e pinoli rappresenta la semplicità senza tempo. Facile, buonissima e con quel non so che di confortevole, familiare, e affetto che avvolge mentre la si gusta. Spesso si chiama anche torta della nonna e, io, pur essendo una nonna amo farla tanto quanto amo mangiarla. Ecco la mia ricetta.

Ingredienti per la pasta frolla (qui la videoricetta)

250 gr di farina 00, 125 gr burro, 125 gr zucchero semolato, 1 uovo intero+1 tuorlo, un pizzico di sale.

Ingredienti per la crema pasticcera (qui la videoricetta)

750 ml di latte, 4 tuorli d’uova medie, 50 gr farina, 50 gr maizena, 300 gr zucchero, buccia di un limone.

Altri ingredienti: 100 gr di mandorle con la pelle, aroma di mandorle, maraschino, mandorle a scaglie, pinoli, zucchero a velo.

Preparazione della crostata al limone e pinoli:

Per la preparazione di questa crostata bisogna preparare in anticipo (anche un giorno prima) la pasta frolla e la crema pasticcera. Iniziamo con la preparazione della pasta frolla che ha bisogno di qualche ora di riposo in frigorifero, quindi impastiamo velocemente il burro morbido con lo zucchero, aggiungiamo le uova e infine la farina e il sale per ottenere un impasto liscio e compatto. Avvolgiamo il panetto di frolla nella pellicola e lo lasciamo riposare in frigorifero per almeno 2 ore.

Per la crema pasticcera al limone mettiamo in una pentola a bollire il latte con la buccia di un limone. In una ciotola amalgamiamo i tuorli d’uovo con lo zucchero, aggiungiamo lentamente la farina e la maizena setacciate e infine versiamo a filo il latte caldo privato della buccia di limone. Versiamo nuovamente il liquido nella pentola dove abbiamo scaldato il latte e mescolando di continuo aspettiamo che si addensi e al primo bollore, togliamo dal fuoco e versiamo la crema in una ciotola fredda e la lasciamo raffreddare.

Passiamo ora alle mandorle che andranno sbollentate in acqua bollente per circa 5 minuti, scolate, private della pelle, tostate in forno e tritate fino a renderle una farina. Si aggiunge qualche goccia di aroma di mandorle, qualche goccia di maraschino (o altro liquore a piacere) e si mescola bene.

Quando è tutto freddo, stendiamo la frolla dello spessore di circa 5 mm, la sistemiamo in una teglia ricoperta da carta forno, rivestendo i bordi e la base. La bucherelliamo con una forchetta e la cospargiamo con uno strato sottile di mandorle tritate, versiamo la crema al limone e livelliamo. Inforniamo quindi a 200° per circa 25 minuti, poi la togliamo dal forno e velocemente sistemiamo sulla superficie i pinoli e le scaglie di mandorle, e continuiamo la cottura per altri 15 minuti. Quando sarà cotta vedremo i bordi dorati, quindi la togliamo dal forno, la lasciamo raffreddare e prima di servirla la cospargiamo di zucchero a velo.

Continua nella sezione dolci

Scopri tutte le nostre ricette della tradizione salentina

ti è paiciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *